America,  Senza categoria

Ecco gli stati americani nei quali si lavora più duramente – con un dato in comune

Se il lavoro, come si suol dire, nobilita l’uomo, allora gli Stati Uniti d’America sono una nazione nobile. Sono infatti ben riconosciuti i ritmi lavorativi che si tengono nel paese a stelle e strisce, annualmente ben maggiori rispetto a quelli europei. Perfino gli stati nei quali si lavora meno, si tende comunque a lavorare tanto. E questa era una premessa necessaria all’articolo.

Tendenzialmente gli stati americani nei quali si lavora di più sono anche quelli dove la terra definisce il lavoro dei suoi abitanti. “Land”, infatti, è una parola che rappresenta molto di più del semplice significato territoriale. Significa sacrificio, sudore, umiltà, appartenenza, e non è completamente traducibile in italiano senza che perda molto del suo bellissimo e romantico significato.

Di quali lavori stiamo parlando? L’estrazione del petrolio, la pesca, la caccia, e più in generale il quotidiano e senza riposo lavoro degli agricoltori e proprietari di ranch. Tutti lavori che definiscono la vita della maggior parte degli stati del Midwest e dell’Ovest più profondo, dove appunto la terra diventa un connubio quasi totale con l’uomo.

Come potete notare, i tre stati nei quali si lavora più ore sono anche tre stati nei quali il fattore del territorio è predominante: Alaska, Nord Dakota e Wyoming. Ma non solo, anche andando più in là con la classifica, si nota che nei primi 15 stati nei quali si lavora più duramente ci sono solamente stati più o meno agricoli, dove le risorse naturali della terra sono una componente importante della vita dei suoi abitanti, quali Texas (7°) e Kansas (10°).

Si lavora invece diverse ore in meno negli stati della West Coast, come California e Oregon, ma anche negli stati dell’East Coast dove il fattore agricolo, da un punto di vista economico e lavorativo, è meno importante. Spiccano invece New Hampshire (6°) e Vermont (15°).

Jeans e stivali da lavoro: questa è l’America che produce.

Tendenzialmente nella cosiddetta “pancia dell’America” è dove si lavora più duramente (come si può vedere dalla macchia uniforme azzurro scuro sulla mappa).

Un ultimo dato significativo: nonostante tutto, gli Stati Uniti sono una nazione di grandi lavoratori. Il 52% degli americani non sfruttano tutte le ferie che hanno a disposizione durante l’anno (che, ricordiamo, sono numericamente inferiori a quelle europee).

(Dati del 2017, fonte: US Travel)

Condividi:

Tiziano Brignoli è uno scrittore, autore di due libri. Il saggio letterario "F. Scott Fitzgerald: Una sorta di grandezza epica" e la raccolta di racconti "Buonanotte Wyoming". Ha scritto un saggio sul Presidente Kennedy, attualmente in fase di editing, e sta lavorando al suo primo romanzo. E' un fotografo amatoriale, appassionato lettore e viaggiatore. Nostalgico di natura.

Translate »