festività

Il Ringraziamento: un pensiero personale

Quando penso al Ringraziamento penso al mio sogno americano nella sua forma più pura.

Penso a una cena in compagnia di mia moglie e i miei piccoli furfanti nella mia casa di quartiere, magari di una piccola e graziosa cittadina di periferia. Penso a un momento per stare insieme, per apprezzare ciò che ho, ed esserne grato. Penso al Natale che è ormai alle porte, con le relative luci – tante luci -, colori, canzoncine di Natale e biscotti caldi appena sfornati. Penso ovviamente al tacchino con le sue patate dolci. Penso al rosso, all’oro e al verde. Penso alla gioia e allo stare insieme. Penso all’America nella sua forma migliore. Quella che sogniamo fin da piccoli grazie a film e serie tv. Quella che vogliamo vivere, conoscere, apprezzare, toccare con mano per poi goderne giusto un po’ anche noi.

Esatto, perché l’America è lì, anche per noi. Anzi, soprattutto per noi. Per chi la ama, la desidera, ne ha bisogno. Sia che la cerchi da una vita o da pochi mesi colpito dal frastuono di un fulmine.

Ecco, questo per me è il Ringraziamento, ossia, l’America. Non è democratico o repubblicano – è americano. Non è bianco o nero – è americano. Si festeggia a NY così come nella periferia texana. Si festeggia a Los Angeles così come in una piccola cittadina del Midwest. E’ un giorno per stare insieme, per ricordarsi, perché ora più che mai ne abbiamo davvero bisogno, perché l’America è grande (e cosa la rende grande), perché è ciò che amiamo tutti noi.

L’America – disse F. Scott Fitzgerald – è stata una volontà del cuore. Lo stesso cuore che questo giorno riunisce milioni di famiglie in tutta la nazione.

Siate grati per ciò che avete, per ciò che siete, e non dimenticate mai, soprattutto, di essere grati per l’America. La più grande invenzione dell’uomo.

Condividi:

Tiziano Brignoli è uno scrittore, autore di due libri. Il saggio letterario "F. Scott Fitzgerald: Una sorta di grandezza epica" e la raccolta di racconti "Buonanotte Wyoming". Ha scritto un saggio sul Presidente Kennedy, attualmente in fase di editing, e sta lavorando al suo primo romanzo. E' un fotografo amatoriale, appassionato lettore e viaggiatore. Nostalgico di natura.

Lascia un commento

Translate »