cultura,  West,  Wyoming

Storie del Wyoming: Immagini del West – Jackson

Da buon nostalgico quale sono, ho sempre amato le vecchie fotografie risalenti ad epoche passate, soprattutto se queste riguardano gli States, e in particolar modo la vita da small town, soprattutto se affiancata a quelle della vita western. Sono così dannatamente affascinanti, e ti permettono per un istante di immedesimarti nella vita di quei momenti.

Oggi iniziamo una rubrica fotografica dedicata alla vita passata nelle cittadine western, con un occhio di riguardo al Wyoming. Partiamo subito con alcune fotografie della cittadina di Jackson, nel Cowboy State, porta d’ingresso al Gran Teton National Park e a Yellowstone. Jackson, che è la città principale della valle di cui fa parte, ossia Jackson Hole, oggi ha un fascino seppur molto western, anche prettamente turistico. Qui hanno sede resort invernali, prestigiosi alberghi e chalet, i costi degli affetti sono tra i più alti nello stato, e questa regione del Wyoming dà casa a grandi aziende ed imprenditori provenienti dalla costa est.

Seppur questo abbia contribuito al grande boom economico della cittadina, gli ha anche fatto perdere un po’ di quel primordiale ed autentico fascino western che gli apparteneva intorno agli anni ’30, fino agli anni ’50. Periodo dal quale poi è iniziato il progressivo e sempre più audace sviluppo economico nella valle.

Maria Gatti Mortensen, una mia amica che è cresciuta proprio a Jackson, mi ha raccontato che questa cittadina oggi ha perso un po’ del suo fascino originario e di frontiera, ancora ben presente in luoghi come Pinedale, Lander o Cody, che pure sono molto turistici, ma certamente meno di quanto lo sia oggi la valle di Jackson Hole.

Viaggiamo dunque con vecchie diapositive di frontiera, immaginandoci magari a cavallo nella grande valle di Jackson. La vita qui all’epoca era ancora molto radicata nel mito di quegli anni, ossia gli anni ’50. Tuttavia seppur altrove in America la Greatest Generation stesse già dando vita a un veloce sviluppo nazionale, qui era ancora ben radicato un prevalente fascino western, che queste foto ben dimostrano.

Da questa prima foto possiamo subito notare come la valle, nonostante fossimo già negli anni ’70, fosse ancora poco uniformata, dagli spazi ampi e aperti e c’era ancora un leggero e moderato sviluppo edilizio.

Jackson 1973.
Jackson, qualche anno prima, presumibilmente negli anni ’50.

Andiamo adesso negli anni ’60, in cui osserviamo dei bambini – che poi faranno parte della generazione baby boomers – giocare nella neve. La Snow King che si vede sullo sfondo è una collina di Jackson e uno dei più importanti impianti sciistici della zona.

Jackson Elementary School. Snow King sullo sfondo.

Sia la precedente foto che quella sotto rappresentano situazioni di vita vera del luogo, ed ecco perché sono così speciali. Possiamo osservare con la lente d’ingrandimento momenti concreti di vita passata…

Jackson Elementary School, sempre presumibilmente negli anni ’60 e con lo Snow King sullo sfondo.

Jackson Hole, fin dalla sua espansione turistica a partire dalla metà dello scorso secolo, è sempre stata una delle mete più predilette dagli sciatori in tutto l’Ovest americano, e certamente in Wyoming. Oggi è una località ricca di resort prestigiosi e luoghi di villeggiatura appena fuori dal centro, immersi nella natura selvaggia dello stato.

Non era ovviamente possibile scrivere un articolo con le foto storiche di Jackson, senza una piccola nota riguardo lo storico Million Dollar Cowboy Bar. Sarebbe stato letteralmente immorale, poiché questo bar definisce la storia stessa di Jackson fin dal 1937. Ne abbiamo scritto a riguardo in questo articolo.

Per concludere l’articolo, nel caso queste vecchie foto non siano bastate per farvi sognare, o farvi innamorare ulteriormente del meraviglioso vecchio West (ma neanche così vecchio), eccone un’ultima, che fra le docili colline a proteggere la città di Jackson e audaci cowboy al galoppo, non potrebbe essere più iconica di quello che vogliamo raccontare. Saddle up, and long live to the West!

Jackson, 1948.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sui nostri migliori articoli, libri pubblicati, e ricevere estratti esclusivi in anteprima:

Tiziano Brignoli è uno scrittore, autore di quattro libri. Il saggio letterario "F. Scott Fitzgerald: Una sorta di grandezza epica", la raccolta di racconti "Buonanotte Wyoming", il saggio biografico "Jack Kennedy: Il ritratto privato di un mito moderno" e il libro fotografico "Pèa Sbernigada", dedicato al suo paese natale. In autunno pubblicherà la novella natalizia autobiografica "Canto di Londra." I suoi libri sono tutti disponibili su Amazon. Il suo sogno è vivere negli Stati Uniti, magari in Wyoming, oppure in una graziosa cittadina del New England.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: